Antiche Delizie e Moderne Bontà Bisignanesi

14.03.2017

Strettamente legata a usi e tradizioni, la cucina Bisignanese nel tempo ha mantenuto il fascino e la genuinità dei diversi popoli che hanno abitato l'intera Calabria.

La cucina Bisignanese è una cucina molto collegata alle stagioni della vita religiosa e spirituale, che comporta regole, abitudini ma soprattutto precise tradizioni, tramandate in lunghi anni di storia da generazioni e generazioni.

Le numerose ricette sono legate alle ricorrenze che sin dai tempi antichi, sono il risultato di quasi 3.000 anni di storia, che già a partire dalle vicende della Magna Grecia sino all'Unità d'Italia giungono sino ai giorni nostri.

I riti sacri e le festività a cui le tradizioni culinarie Bisignanesi si riferiscono, derivano da secolari, antiche usanze.

Esiste, un forte legame tra l'alimentazione e la vita spirituale a Bisignano: ogni festa, ogni ricorrenza aveva ed ha il suo cibo di riferimento, legato ancora alla stagionalità e collegato con il divino in ogni evento che caratterizza la vita delle famiglie.

Ogni evento della vita familiare, nozze, battesimi o ricorrenze felici, sono sempre caratterizzati dalla preparazione di ricette e soprattutto dolci particolari.

In passato, il fattore alimentare osservava un calendario piuttosto rigoroso delle ricorrenze, e determinava una severa consumazione del cibo, che era intimamente legata alla stagionalità.

Lo scorrere delle stagioni, giocava un ruolo di primo piano, sia nei riti religiosi che in quelli di origine pagana, tutte le preparazioni facevano riferimento ad alimenti preziosi e importanti come la farina, il miele, l'olio d'oliva e simili, e dal loro corretto impiego varia la consistenza dell'impasto e l'eventuale utilizzo delle uova, dei liquori o dei vini rossi, bianchi o moscati e di quelli liquorosi come dei tipi di miele di ape o di fichi.


Il